Milano | Tre Torri – CityLife: le piccole residenze Libeskind

 

Come è ben risaputo, il complesso di CityLife si è sviluppato in un periodo storico di crisi globale, che ha colpito anche il settore immobiliare. Nonostante questo, alla fine è stato realizzato. Mancano ancora alcune parti, ma finalmente dopo dieci anni si può godere di un quartiere nuovo e avveniristico la dove sorgevano i capannoni della vecchia fiera.

Tra le aree rimaste bloccate c’è quella delle “piccole” residenze Libeskind.

Ecco le dichiarazioni del Direttore Commerciale di CityLife, Armando Borghi, rilasciate in un intervista al magazine del complesso di CityLife.

Direttore, che cosa può raccontarci delle residenze Libeskind, di prossima costruzione?

Si tratta della costruzione di tre edifici disegnati da Daniel Libeskind, che seguono lo stile di quelli già esistenti. Occuperanno l’area che adesso è destinata al campo pratica di golf. La costruzione inizierà presumibilmente tra settembre e ottobre di quest’anno, per poi finire dopo un paio d’anni. Forse.
Saranno tre edifici, due di sei piani e uno di dieci, per un totale di circa cento appartamenti dai 40 ai 400 metri quadri destinati esclusivamente alla vendita:
non saranno perciò previsti altri sistemi di acquisto e affitto presenti oggi sui nostri immobili.
Nel piano interrato dei tre edifici stiamo pensando, ma chissà se sarà possibile, una piscina di 25 metri a conferma del fatto che il distretto di CityLife ha al centro il benessere dei suoi abitanti.

Le vendite delle residenze Libeskind già realizzate sono state vendute per l’89%.

3 commenti su “Milano | Tre Torri – CityLife: le piccole residenze Libeskind

  1. Sarà pure venduto all’89%. Ma alla sera le residenze Hadid sono tutte accese, quelle Libeskind sembrano il cimitero monumentale.

    Quanto alla piscina, meglio tardi che mai. Dopotutto per fitness & co i residenti di Citylife possono sempre andarsene da un’altra parte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.