Milano | Porta Volta – La situazione assurda di piazzale Baiamonti

Il 28 maggio 2017, proprio di fronte ad uno dei caselli di Porta Volta, quello occupato dal Circolo Reduci e Combattenti, si è svolta una piccola cerimonia per commemorare i caduti, e come ci è stato raccontato da Marcella A., ogni volta la stessa triste scena, che pare anche un’offesa alla memoria: le macchine non vengono fermate dai vigili, ma continuano  a passare a un centimetro dai bersaglieri che suonano la tromba in mezzo alla via e dal pubblico che cerca di assistervi, coprendo anche la musica e annullando qualsiasi tentativo di tributo alla memoria.

Dov’è il rispetto di una simile cerimonia? Perché dare il consenso a queste piccole manifestazioni senza provvedere alla sicurezza, oltre che alla dignità?

Di seguito le immagini della “cerimonia” col traffico che disturba, mettendo a rischio anche le persone e i musicisti.

 

Intanto grazie al punto di vista “privilegiato” delle foto forniteci gentilmente da Marcella A., possiamo ammirare le condizioni in cui sono mantenuti e trattati questi due caselli ottocenteschi.

Sappiamo bene che in parte è ancora in corso il cantiere di Fondazione Feltrinelli e giusto in questi giorni sono in fase avanzata i lavori di rimozione del distributore di benzina posto dietro ad uno dei caselli, tra viale Montello e viale dei Bastioni di Porta Volta, dove dovrebbe sorgere il nuovo edificio ad uso comunitario del progetto Feltrinelli.

Ma la situazione, poco chiara, di questo cantiere si sta protraendo da così tanto tempo che ci poniamo mille domande:

Quando inizieranno le bonifiche vere e proprie?

Il Comune stava aspettando la rimozione del benzinaio per procedere (molto probabile) con il cantiere fermo da mesi?

I caselli saranno restaurati?

E poi, il Comune prenderà con serietà i prossimi eventi gestiti dal Circolo Reduci e Combattenti? Per ultimo, una speranza vana, ma, sempre il Comune, sistemerà prima o poi anche piazzale Baiamonti, che come abbiamo detto mille volte, è tremendamente disordinato e privo di un disegno unitario?

Nelle foto seguenti si nota anche come da mesi il marciapiede di viale Pasubio sia stato realizzato (grazie al cantiere Feltrinelli) sino all’altezza del casello e poi, sia stato lasciato in queste condizioni pietose da mesi.

5 commenti su “Milano | Porta Volta – La situazione assurda di piazzale Baiamonti

  1. Milan, l’unica città al mondo dove le macchine viaggiano sulla pietra e i pedoni camminano sull’asfalto, anziché viceversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.