Milano | Zona Regioni – Viale Corsica: se questo è un rattoppo…

Da qualche giorno sono terminati lavori stradali all’angolo tra viale Corsica e via Battistotti Sassi (Proprio dove viale Corsica si allarga).
Questo angolo di strada versava in condizioni pietose: i vecchi binari della linea tramviaria dismessa da anni non sono mai stati rimossi e, poiché quel tratto non era protetto da paletti e lo spazio fra le rotaie non è asfaltato mai stato asfaltato, le decine di auto che parcheggiavano in modo selvaggio hanno devastato la superficie e creato avvallamenti, così durante i periodi di pioggia si veniva a creare un pantano poco consono a una situazione urbana.

Con mia gioia sono intervenuti. Ma ad essere obbiettivi si tratta solo di un rattoppo. Il tratto non è stato definito: hanno posato paletti a lato della strada come dissuasori di sosta lasciando gli archetti già presenti oltre i binari e senza alcuna riqualificazione delle superfici.
Le rotaie non sono state rimosse ma è stato posato l’asfalto fra i binari. Si è dunque creata una porzione di marciapiede terra di nessuno, transennata come un recinto e senza un utilizzo possibile. Non sono state neppure sistemate le aiuole, nemmeno per quel minimo che avrebbe restituito loro il decoro. Insomma, un rattoppo senza senso che ci terremo per altre decine d’anni, come al solito.
A peggiorare la sensazione di trascuratezza, faccio notare che questa strada è la porta principale d’accesso per chi arriva in città da Linate; non facciamo certo una bella figura.
Di seguito le foto inviateci da Roberto Mirani

Un pensiero su “Milano | Zona Regioni – Viale Corsica: se questo è un rattoppo…

  1. ciao sono d’accordo con il fatto che si tratti di un intervento maldestro, ma ho notato che assieme agli alberi in questo periodo il comune ha piantato molti paletti dissuasori nuovi… bene. Secondo me si tratta in alcuni casi di un inizio per poi fare un intervento più qualificante, credo che la posa di questi paletti sia poco onerosa in termini economici, pertanto fanno le veci dei classici panettoni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.